lunedì, 25 giugno 2018

L’editoriale di Luisa Montù

BASTA COSÌ POCO…

l'editoriale di Luisa Montù

Cinque anni di lamenti, di critiche. Le bollette pazze, i servizi che non ci sono ma si devono pagare cari, le potature indiscriminate, i parcheggi che non si fanno, le spese eccessive per le feste (alle quali però partecipano giulivi tutti, ma proprio tutti!). Insomma, alla vigilia delle elezioni pareva che i modicani, scontenti dell’amministrazione sperimentata, avessero deciso di cambiare. …

Continua a leggere...

L’EUROPA DEI SOGNI E L’EUROPA DEI POTENTI

l'editoriale di Luisa Montù

E c’era un’Europa dei sogni. Era quella degli studenti che, alzando il naso dai loro libri di storia, ripensavano alle guerre appena studiate fra la miriade di Stati che componevano l’Europa e guardavano l’immensità dell’America, unico grande Stato, nessuna guerra all’interno, prosperità. Inevitabile dunque per dei sognatori quali si è sempre a quell’età immaginare un’Europa in cui i vari Stati, …

Continua a leggere...

IL POPOLO COGLIONE NON CI STA

l'editoriale di Luisa Montù

Ai tempi in cui Roma non era la capitale d’Italia ma il centro del dominio del Papa re, c’era Pasquino. Non era un personaggio reale o forse lo era. Forse era un calzolaio o un barbiere o un fabbro, che metteva versetti satirici, spesso feroci ma sempre rispecchianti con arguzia la realtà del tempo, sul busto di una statua di …

Continua a leggere...

BLADE RUNNER È ALLE PORTE?

l'editoriale di Luisa Montù

I ricercatori della Microsoft e dell’Università di Kyoto hanno perfezionato degli algoritmi che consentono all’intelligenza artificiale di associare testi e immagini al punto che questa è in grado di esprimersi in poesia. Certo, al momento si tratta di poesie come le potrebbe fare un bambino, ma gli esperti che le hanno analizzate non sono stati in grado di distinguerle da …

Continua a leggere...

LE PAROLE PERDUTE

l'editoriale di Luisa Montù

I social hanno enormemente allargato la nostra possibilità di comunicazione, questo è indiscutibile, ma, stranamente, hanno ristretto la nostra capacità di dialogare. Siamo diventati sempre più categorici, abbarbicati alle nostre idee, intolleranti nei confronti del prossimo. Se quando si discuteva di politica o di calcio al bar con gli amici anche con toni accessi, accalorandoci in modo appassionato, pure litigando, …

Continua a leggere...

LA PASQUA, LE CELEBRAZIONI, LE TRADIZIONI, L’AMORE PER L’UNIVERSO

l'editoriale di Luisa Montù

Come ogni anno, a Pasqua s’è visto in tutta la nostra penisola un dilagare di manifestazioni religiose che, dalla Domenica delle Palme in poi hanno impegnato gli italiani e i turisti incuriositi, divertiti, ammirati. Le grandi feste religiose. Sicuramente sono importantissime per noi, perché affondano nella tradizione, nella storia, ci tengono strettamente ancorati alle nostre radici e questo per un …

Continua a leggere...

MA COS’È DAVVERO LA DISABILITÀ?

l'editoriale di Luisa Montù

Tutto il mondo ha pianto la morte di Stephen Hawking. Un uomo totalmente disabile nel corpo ma con la mente di un genio. Fisico, cosmologo, matematico, astrofisico, ha nobilitato l’ingegno umano con le sue ricerche, fra cui forse la più nota è quella sui buchi neri. All’età di 21 anni gli fu diagnosticata una Sla, con la previsione di solo …

Continua a leggere...

UNA SCELTA RISCHIOSA MA PREVEDIBILE

l'editoriale di Luisa Montù

Se la sconfitta della Democrazia Cristiana avvenne nei tribunali, quella della sinistra è partita dall’interno, dall’essere stata trasformata in un partito sempre più moderato e, soprattutto, sempre più vicino a quella che era stata la vecchia Democrazia Cristiana. Gli italiani, che della sinistra avevano un’idea piuttosto diversa, che la credevano vicina ai lavoratori e agli emarginati mentre si sono trovati …

Continua a leggere...

POI VENNE IL TEMPO DEI JALISSE…

l'editoriale di Luisa Montù

 “Ciao, ciao, bambina, un bacio ancora…”. Ve la ricordate? Domenico Modugno la portò a un Festival di Sanremo tanti tanti anni fa. Quella canzone s’intitolava “Piove” e lui arrivò sul palco con un ombrello in mano scandalizzando i benpensanti che si ostinavano a vedere la canzone italiana sempre e soltanto come una lagnosa invocazione alla mamma o all’amore perduto cantata …

Continua a leggere...

LA GLORIA NON È PER GLI ITALIANI, NEMMENO UNA PICCOLA PICCOLA

l'editoriale di Luisa Montù

Crediamo che sul fatto che in Italia il calcio sia lo specchio della società siano tutti d’accordo, esaminare dunque le vicende della Federazione in questo particolare momento della vita italiana potrebbe essere illuminante. Quale Presidente era stato eletto un personaggio del quale tutto si poteva dire tranne che potesse in qualche modo incarnare anche uno solo dei principi che dovrebbero …

Continua a leggere...