giovedì, 19 luglio 2018
IMG_0696

versi di versi per versi e detti male detti (di Sascia Coron)

Print pagePDF pageEmail page

Il sapiente che sa di non sapere 

ogni sua imperfezione fa vedere, 

ma l’ignorante che non l’ha capito 

lo crede un ignorante scimunito.

 

Liste elettorali

 

Entrare in una lista rovina la famiglia

e riduce il cervello a una poltiglia.

 

Lunga la lista, stretta la via,

con i partiti tutti all’isteria.

 

Per la composizione della lista

entra in guerra persino il pacifista.

 

Chi di lista ferisce

nella lista finisce

e vi perisce.

 

Se c’è una cosa che rattrista

è vedere un onest’uomo nella lista.

 

Ogni candidato di lista

è bello a mamma sua

che gli cura la bua

se qualcuno lo pista.

 

A lista compilata

non si guarda in bocca:

la sepoltura imbiancata

non si ritocca.

 

Lista, lista delle mie brame,

chi è il più bravo nelle sue trame?

Lista, lista delle mie pene,

per essere eletto cederei un rene!

Lista, lista solo questo voglio,

riempiere la pancia e il portafoglio.

Lista, lista, deh!, fammi vedere

se posso saziare la mia sete di potere!

 

Condividi!