domenica, 18 novembre 2018
de339bd9-ca78-499c-9554-9677d915eb10

UNA BELLA FESTA DELLA REPUBBLICA

Print pagePDF pageEmail page

Mai Festa della Repubblica più bella negli ultimi decenni, festa che aveva perso tutto il valore conquistato con dignità dall’inizio ai suoi settant’anni di celebrazione.

Quest’anno in tutta Italia i festeggiamenti sono stati supportati dalla partecipazione del popolo italiano che, dopo tante peripezie, finalmente ha iniziato a credere fortemente che non tutto è perduto e che col nuovo Governo del Cambiamento, appena nato e che sta crescendo, spera che finalmente la ruota stia girando dalla sua parte.

Anche Modica ha festeggiato a modo suo il 2 giugno in una gran bella serata molto partecipata dai cittadini che hanno assistito fino all’ultimo con una grande novità mai vista prima: un confronto diretto in vista delle prossime elezioni amministrative comunali che si terranno domenica 10 giugno e che ha visto tre dei quattro sindaci candidati, coordinati dalle domande del nostro più grande giornalista modicano che, per la sua coerenza e sincerità, non lavora più alla Rai ma è direttore adesso di “La Prima TV” in Sicilia.

“La Prima TV” è una vera e propria missione editoriale, nata in diverse regioni d’Italia, fra le quali la Sicilia, dove raccoglie un bacino di un milione di abitanti, comprendente l’intera provincia di Ragusa, per offrire al proprio pubblico un’informazione di qualità, autorevole, credibile, indipendente, ad esclusivo servizio degli interessi generali della comunità e per promuovere un effettivo pluralismo delle idee finalizzato alla crescita culturale, civile, sociale, economica. “La Prima Tv” ha sede a Comiso ed è curata e diretta proprio da Angelo Di Natale ed è proprio per questo che, pur vivendo a Roma, spesso possiamo incontrarlo in Sicilia, con le sue interviste che puntualmente vengono riprodotte in video. La testata punta sull’informazione, non solo in termini di capacità di fornire tempestivamente le notizie del giorno, ma di riprendere le più importanti per spiegarle, approfondirle, analizzarle anche nel confronto tra voci diverse e soprattutto di scoprire e svelare le “verità” nascoste. Approfondimenti e inchieste capaci di indagare, rispetto ad ogni fatto o tema, i nodi cruciali della realtà quotidiana – assumendo sempre il punto di vista degli interessi generali – sono elemento distintivo e costante dell’intera offerta informativa.

E questo abbiamo visto e ascoltato grazie ad Angelo Di Natale, nel confronto diretto fra tre dei quattro candidati a sindaco di Modica: Carlo Cartier, Salvatore Poidomani e Gabriele Amore. Già, perché il sindaco uscente, Abbate, non si è presentato e per tutta la serata si è potuta osservare, al fianco dei candidati, la sua sedia vuota; sedia che ha riempito solo qualche giorno dopo, senza confronto diretto, in un comizio tutto suo e senza confronto, durante il quale abbiamo ascoltato parole vere e meno vere e anche parole che sono apparse alquanto inopportune e offensive nei riguardi di chi invece lo aveva invitato al confronto per una campagna elettorale corretta, onesta e soprattutto leale nei confronti dei cittadini tutti.

Spero che la prossima Festa della Repubblica la nostra Modica la possa celebrare con pieno merito amministrativo e bellezza visiva e tangibile, in assoluta verità.

Sofia Ruta

Condividi!