domenica, 18 agosto 2019
versi perversi

versi di versi per versi e detti male detti (di Sascia Coron)

Print pagePDF pageEmail page

L’amore è bello

se è litigarello,

ma il cuore è eroso

da un amore rissoso.

 

Non amo i ricami di parole

di chi suol dire fanfaluche e fole.

 

Ho smesso di nutrire il disprezzo

perché mi costava troppo mantenerlo.

 

Il deficiente

è un abile diversamente

a non capire niente.

 

Se orgoglioso tu sei gay

io ti accetto come sei,

ma non farti i cazzi miei.

 

Se affondi nella merda

rimpiangi la solidità degli stronzi.

 

 

 

Condividi!