domenica, 18 agosto 2019
c08721a1-9f78-4090-8ee3-12aca2b05cf6

PROGETTO “SPIAGGE SENZA BARRIERE” A MARINA E MAGANUCO

Print pagePDF pageEmail page

2610488c-9eca-44e6-a87b-f158142af3b8Delle “barriere sociali” in meno questa estate presso i due arenili di Modica (Maganuco e Marina), primo comune della provincia che ha attrezzato le spiagge pensando finalmente ai bisogni dei meno abili… Infatti grazie a questo progetto promosso dal Comune in collaborazione con l’ASP 7 di Ragusa finalmente si è agevolato l’accesso in spiaggia per tutti coloro che hanno difficoltà motorie come gli anziani in carrozzina e i disabili, persone che da tempo avevano richiesto più attenzione e per cui finora l’accesso in spiaggia era un grosso dilemma. Una cosa che ho potuto osservare con molto piacere in queste settimane è la presenza maggiore di disabili che fanno il bagno in carrozzine adatte messe a disposizione dall’ASP, soggetti aiutati da personale volontario e da OSS che dall’ASP e dall’associazione Misericordia sostengono il progetto soprattutto nei fine settimana.

Che bello! Sembra che il senso civico della nostra città stia maturando un po’, forse gli ultimi eventi luttuosi e i numerosi appelli al risveglio dell’attenzione per l’altro su strada e in città ha risvegliato il nostro senso di appartenenza che implica delle regole di rispetto e di convivenza dignitose… O forse è solo una chimera di cittadinanza attiva che passa veloce in estate e con questa vola via? Spero proprio che la nostra Amministrazione continui su questa strada e metta a norma per i diversamente abili non solo le spiagge ma si ricordi anche delle scuole, delle strade, delle piazze, dei musei, di tutti quei luoghi pubblici che devono essere fruibili a tutti i cittadini, senza privilegi o “BARRIERE SOCIALI”, oserei aggiungere anche “culturali”… Reputo che osservare al di là della nostra quotidianità e del nostro “orticello” e riflettere su chi è meno fortunato di noi faccia di certo comprendere che il bene comune va trattato come tale, in comunione e per la comunità tutta!

Graziana Iurato

Condividi!