venerdì, 4 dicembre 2020
foto sett 13 042

MODICA CALCIO. PRIMI RISULTATI INCORAGGIANTI

Print pagePDF pageEmail page

Primi incoraggianti risultati per il Modica edizione 2013-14. Archiviato il passaggio del primo turno di Coppa Italia a spese del Vittoria, che aveva centrato due finali regionali nei  due anni precedenti, con la vittoria in terra ipparina (1-2) e sconfitta al “Pietro Scollo” di Contrada Caitina (0-1). Rossoblù che passano il turno in virtù del gol in più fatto in trasferta, prossimo incontro probabilmente contro il  Siracusa per i quarti di finale regionale.

Il campionato, però, riserva anche brutte sorprese. La prima è la sconfitta, nell’esordio stagionale del campionato di Eccellenza, a Barcellona Pozzo di Gotto, contro l’Igea Virtus; sconfitta di misura nonostante l’esordio di Panatteri, vero lusso per questa categoria, tra le file del Modica. Finisce 2 a 1 per gli igeani e prima rete di capitan Filicetti. Altra brutta sorpresa è stato il comportamento “eccessivo” di Rametta, che oltre ad essere un buon attaccante è un ottimo attaccabrighe, con conseguente seconda espulsione dall’arbitro dal campo di gioco consecutivamente dopo l’espulsione rimediata in Coppa Italia a Modica, che  ha portato il presidente Cundari ad allontanarlo dalla squadra. Il giocatore è andato alla Palmese in Calabria.

Nella seconda gara di campionato il Modica si sblocca (2-0) con rete di Scarano, un giovane proveniente dal Siracusa, e Panatteri con l’Acireale. Da premettere che l’avversario si è dimostrato piuttosto malmesso e approssimativo con palla lunga per l’inossidabile Okolie, ma per il resto squadra piuttosto precaria. Il Modica ha costruito tanto ma ha sprecato parecchio con gli ospiti che hanno avuto anche la palla del pareggio. Campanello dall’allarme: basterà il solo Panatteri per fare gol agli avversari? Per il resto un plauso a Polessi sempre attento, discreta la difesa che ha dovuto mettere il bavaglio al bravo Okolie, e su questo ha faticato parecchio Pianese, centrocampo ben diretto da Filicetti, mentre gli esterni, Mento e Crisafulli, sono da rivedere pur mostrando ottime individualità, bene si sono comportati anche i panchinari Truglio e Citronella. Insomma, il Modica è ancora una squadra in cerca d’identità in un campionato che presenta tante nobili decadute, ma nessuna di queste, Vittoria a parte, pare voglia fare da ammazza-campionato.

Giovanni Oddo

Condividi!