venerdì, 30 Settembre 2022

ALLA RICERCA DELL’INGRESSO DEL RIFUGIO ANTIAEREO DI PIAZZA MATTEOTTI

image_pdfimage_print

Il rifugio antiaereo in centro, a Modica, c’è: sotto piazza Matteotti, come testimoniano alcuni anziani e come risulta anche da qualche immagine del film “Anni Difficili” di Luigi Zampa. Ora sono state realizzate anche delle immagini con una telecamera calata dopo lavori di carotaggio. Si cerca, adesso, l’ingresso del bunker utilizzato dalla popolazione durante i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale. Le immagini hanno rivelato particolari interessanti al prosieguo dei lavori. E’ stato possibile accertare, al momento, che il soffitto del rifugio si trova tre metri sotto il piano di calpestio della piazza. Ma né il primo scavo effettuato, né il successivo carotaggio hanno prmesso di individuare l’ingresso del rifugio. Adesso, il Comune dovrà presentare alla Soprintendenza – che sta seguendo i lavori – un progetto su quello che si intende fare per trovare l’ingresso del bunker. Non è escluso che, prima di procedere con altri scavi o carotaggi, vengano effettuate delle ricerche storiche e archivistiche per mettere a disposizione dell’impresa che sta eseguendo i lavori notizie certe che consentano di continuare con tentativi a vuoto. Una volta trovato l’ingresso, bisognerà, poi, valutare la fattibilità di ulteriori lavori che, nelle intenzioni dell’amministrazione comunale di Modica, dovrebbero portare alla realizzazione di un museo della memoria da rendere fruibile ai visitatori. In questo caso, però, ci sarebbero delle precise prescrizioni legate alle condizioni di sicurezza necessarie per consentire l’accesso e la fruizione del rifugio da parte del pubblico.

Attualmente, comunque, non è possibile stabilire i tempi per concludere questa prima parte delle opere, e neppure quelli necessari alla eventuale fruizione del rifugio. L’amministrazione comunale di Modica vorrebbe farlo diventare un museo della memoria della Seconda Guerra Mondiale.

Concetto Iozzia

 

Condividi