giovedì, 21 novembre 2019
ff06f527-006b-45d5-b235-a323e18a44d1

LA BANDA RACCONTA DUE SECOLI DI STORIA

Print pagePDF pageEmail page

Domenica 6 ottobre, presso il Teatro Garibaldi a Modica, alla terza edizione de “La musica in un pomeriggio barocco”, si è tenuto un evento organizzato direttamente dalla Banda Musicale Città di Modica “Belluardo-Risadelli” che ha visto la musica unirsi alla cultura e alla storia della nostra città.

Nella prima parte, infatti, si è inaugurata l’apertura del quinto anno della Scuola Musicale gratuita “Peppino Galfo”.

Trenta sono stati gli allievi che per la prima volta hanno suonato i loro strumenti davanti a una grande platea e sul palco di un teatro, diretti dal Maestro Corrado Civello, eseguendo una performance musicale indimenticabile e genuina con brani tratti dal film di Carlo Collodi “Pinocchio” e da “Il re Leone”.

La seconda parte è stata dedicata alla memoria dei primi 100 anni dalla nascita del Corpo Musicale “Pietro Floridia” (1919-2019). Tantissimi i componenti della banda musicale che sul palco si sono uniti agli allievi e hanno eseguito per la prima volta le diverse composizioni musicali del periodo a cavallo fra le due guerre mondiali, periodo che coincide con la maggior parte di attività di quella che fu la prima Banda Musicale a carattere privato. Fra le composizioni, “Lo scherzo marciabile sinfonico” del Maestro Vincenzo Arizzi e “Omaggio alla Società Carlo Papa” legata strettamente alla festa di San Giorgio che ogni anno, nel giorno della sua ricorrenza, viene portato, sostando e omaggiando, davanti alla Società Operaia, nata a suo tempo proprio all’interno della Chiesa di San Giorgio.

Due secoli di storia travagliata, raccontata a voce dal giornalista Enzo Scarso, presentatore per l’occasione, da Gianluca Cataldi componente della banda e presidente della stessa, da Raffaele Buscema, anche lui tra i musicisti della banda, e con la lettura analitica musicale del Maestro Sergio Carruba.

Presente l’Assessore alla Cultura Dott.ssa Maria Monisteri che, chiamata sul palco, si è congratulata con tutti e ha voluto stringere personalmente e forte la mano al presidente Gianluca Cataldi che, oltre alla musica e al suo lavoro di imprenditore, offre il suo empatico contributo nelle diverse attività sportive e sociali del paese.

E un grande grazie va agli allievi che studiano durante tutto l’anno ( anche in piena estate), perché la musica non si ferma mai, e ai loro genitori che con fiducia li affidano al Maestro Corrado Civello e alla sua scuola gratuita per tutti e che, accogliendoli come fossero figli suoi, come nei tempi dei tempi che furono, li tiene lontani dalle brutte strade, insegnando loro quanto l’amore per la musica può donare in cambio di una bella passione, unendo così intere famiglie di generazione in generazione.

Personalmente, alla fine della serata, seduta in platea, sul palco ho visto un grande Maestro stanco come un padre che lavora sodo tutto il giorno ma felice di avere a sera tutti i suoi figli attorno. Grazie Maestro Corrado Civello.

Sofia Ruta

Condividi!