giovedì, 9 aprile 2020
a76c2b46-22be-4f97-aee3-8e57d638ad35

CHIARA CIVELLO. SEMPLICEMENTE MUSICA

Print pagePDF pageEmail page

Un’idea intelligente e generosa nei confronti di un pubblico relegato a casa, preoccupato, ma anche annoiato, è quella dei concerti in streaming che alcuni artisti hanno voluto offrire. Fra questi, la nostra Chiara Civello, che si è esibita in un repertorio delle sue canzoni più amate dal pubblico.

L’ha fatto con la solita eleganza, ma anche con la sua semplicità, in jeans e maglietta, come se accogliesse un gruppo di amici (tanti amici!) in casa sua, mettendoli a loro agio, ma offrendo un regalo prezioso, il regalo della musica. E cosa può esserci di più importante in questo momento di tristezza e di paura della musica, quella medicina che placa l’animo, che infonde speranza, portando dentro di noi la bellezza e quindi rendendo belli anche noi, belli, sani, forti, invincibili?

Molti dei brani eseguiti li possiamo ascoltare nei suoi dischi, ma questi, per quanto costruiti in modo pregevole e professionalmente molto alto, sono comunque privi di quell’afflato che nasce tra artista e pubblico nell’ascolto della musica dal vivo. E c’erano anche quei pezzi che, pur non avendoli incisi, è solita cantare nei suoi concerti, come la bellissima “Moon river”, la colonna sonora di quel delizioso film “Colazione da Tiffany” interpretato dall’indimenticabile Audrey Hepburn. Proprio a proposito di questa canzone, vorrei raccontare un mio ricordo lontano, del tempo in cui Chiara era ancora una ragazzina e assistevo ai suoi primi passi nel mondo delle esibizioni in pubblico. Non so se fu al suo primo concerto o a un’esibizione tra amici, a un tratto lei disse che avrebbe cantato una vecchia canzone che amava moltissimo. Era “Moon river”. Finito il concerto, le chiesi come mai proprio quella canzone: “E’ la mia canzone preferita” rispose. Non so se lo è ancora, dopo tanto tempo, ma fu in quell’istante che capii fino a che punto Chiara appartenesse alla musica: nonostante la sua giovanissima età, per lei non esistevano le canzoni del momento, quelle che i suoi coetanei amavano cantare, per lei esistevano le canzoni, le canzoni di ogni tempo e di ogni luogo, la Musica insomma.

Ora so di poter dire (forse pure con un po’ d’orgoglio) che non mi sbagliavo.

Oggi Chiara Civello è una cantante di fama mondiale ma continua a pescare fra le canzoni del passato così come ne compone di nuove. In questo concerto in streaming, oltre all’amata “Moon river”, alla splendida “Io che amo solo te” e a tante altre del suo repertorio, ci ha voluto regalare un’esecuzione di “Besame mucho” per solo voce e percussioni di un fascino e un’eleganza da mozzare il fiato.

Musica, semplicemente Musica.

Ai tanti appassionati, vogliamo ricordare che la cantante ha in cantiere due nuovi dischi, uno di canzoni brasiliane e uno in cui per la prima volta si esibirà in un repertorio tradizionale francese. L’anno scorso, quando uscì il suo ultimo disco, “Eclipse”, scrissi che il suo stile, la sua eleganza invogliavano ad ascoltarla proprio in un repertorio francese. Sicuramente nemmeno lesse quelle mie parole, ma il suo cammino non poteva non portarla anche lì. Ora non ci resta che aspettare, con ansia, questi dischi.

Luisa Montù

Condividi!