lunedì, 25 maggio 2020
versi perversi

versi di versi per versi e detti male detti (di Sascia Coron)

Print pagePDF pageEmail page

Capita che alcuni si diano l’aria di essere

il contrario di quello che sembrano.

 

Chi non è servo né padrone

ha buone probabilità d’essere un uomo libero.

 

Nell’anima ci sono radici

per ogni genere di passioni.

 

Io, pellegrino di sogni,

qualunque cosa agogni.

 

Nessuna arringa di Socrate

spaventa quanto un silenzio di Santippe.

 

È facile incutere terrore

in chi ha già paura.

 

 

 

Condividi!