venerdì, 30 ottobre 2020
lettera al direttore

Lettera al Direttore

Print pagePDF pageEmail page

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                        Il 24 settembre è stata deliberata l’apertura di alcune scuole di Modica.

Segnalo una delle tante (la Denaro Papa) della Via Emanuele Sulsenti, dove, fino ad alcuni giorni fa, sono stati ultimati dei lavori edili. Il giorno prima dell’apertura ci sono stati alcuni gruppi di genitori e maestre che si sono resi disponibili ad effettuare dei lavoretti, sia all’ingresso delle aule che in buona parte del cortile degli ingressi, per poterli rendere più ospitali e poter dare al meglio il benvenuto agli alunni di quel plesso scolastico, però la ditta ha trascurato di effettuare la pulizia che doveva fare a lavoro finito, specialmente nel tratto dell’ingresso dell’ala nuova, dove erano rimasti della sabbia e dei granellini di pietrisco sparsi sul manto calpestabile, con il pericolo che qualche alunno potesse scivolare. La maggior parte di responsabilità  è da attribuire al Comune, perché, a lavori finiti, li doveva far controllare da qualche responsabile per dare l’okay. Dalla foto allegata si possono vedere. Inoltre, proprio all’interno del cancello, è stata lasciata la carcassa di una compostiera domestica rottamata, che  doveva essere  smaltita  in qualche discarica, non lasciata nell’angolino dell’ingresso in bella vista.

Cambiando tema, sono già passati i primi due giorni di apertura di questa scuola e si vocifera che all’interno delle aule gli alunni rispettino al 100% le norme che sono state imposte, però lascia a desiderare il comportamento dei genitori durante l’orario  d’uscita dalla scuola, perché questi sostano davanti all’androne d’ingresso, formando degli assembramenti senza rispettare le distanze dovute e non curandosi di eventuali contagi.

Giovanni  Amore,

l'ingresso principale dell'ala nuova con la sabbia sparsa sul manto calpestabileun cittadino che ha sempre avuto a cuore questa scuola

Condividi!