lunedì, 25 gennaio 2021
dig
dig

TERREMOTO. PERCHÉ GLI ANIMALI SONO RIMASTI INDIFFERENTI?

Print pagePDF pageEmail page

Come sicuramente nessuno ha dimenticato, la sera del 22 dicembre la terra ha tremato al largo della costa siciliana. L’epicentro è stato nella zona di Vittoria, in specie località Scoglitti, ma si è avvertito in tutta la Sicilia. Ci siamo spaventati tutti. Noi giornalisti ci siamo affrettati a ottenere informazioni e ci ha un po’ rasserenato il pensiero che l’Etna stava eruttando (molto violentemente, tra l’altro) e in questo modo probabilmente la furia della terra si sarebbe sfogata altrove. In ogni caso, ci siamo spaventati tutti, tanto più che questo 2020, diciamolo pure, ci fa paura. Ovviamente, ne abbiamo parlato anche su La Pagina, ma come cronaca pura e semplice dei fatti accaduti. In seguito però ci è venuto spontaneo fare alcune osservazioni. Ci è sempre stato raccontato che, prima di un terremoto o di analogo avvenimento, gli animali avvertono il pericolo con un qualche anticipo e addirittura si dice che in molti casi le persone presenti proprio in questo modo si sono potute rendere conto del pericolo e salvarsi.

Il 22 dicembre però pare che nessun animale abbia avuto il benché minimo preavvertimento del terremoto in arrivo. Ci siamo ripetutamente informati nei vari quartieri di Modica e ovunque ci hanno detto che non si è sentito abbaiare né lamentarsi né avere altre reazioni particolari da parte degli animali (cani, gatti, uccelli) presenti nella zona. Perché? Abbiamo chiesto a molte persone pratiche di animali se esistesse un motivo particolare per cui in questo caso non c’era stata alcuna reazione. Nessuno ce l’ha saputo spiegare.

Fra le tante ipotesi che abbiamo ascoltato, quella che ci è parsa forse la più sensata è quella secondo la quale certe strane reazioni degli animali fanno parte più della fantasia popolare che della realtà. Abbiamo però curiosato fra le tante storie che si narrano in proposito e siamo rimasti sempre più perplessi, perché a volte risultano talmente convincenti che ci pare assurdo non siano vere o semplici casuali coincidenze. Per esempio, in base all’indagine da noi effettuata, ci risulta che a Vittoria (ricordiamo: la zona più vicina all’epicentro) delle giumente si siano agitate subito prima del terremoto. L’hanno fatto per questo o per qualche altro motivo? Non lo sappiamo.

La conclusione alla quale siamo giunti è che… ne sappiamo meno di prima! Ci auguriamo soltanto di non doverci ritrovare a indagare nuovamente su questo fenomeno in futuro…

LuM

Condividi!