mercoledì, 29 Giugno 2022

MODICA CALCIO PIGLIATUTTO

image_pdfimage_print

Ancora una soddisfazione per il Modica Calcio che, dopo la vittoria del campionato, che gli assicurerà la disputa del massimo campionato regionale, ossia l’Eccellenza, la società rossoblù, centra, per la prima volta in 90 anni di attività, la Coppa Italia (per le squadre siciliane di promozione), battendo il Comiso al Falcone e Borsellino di Paternò per 2 – 0.

Una doppia vittoria che premia il lavoro espresso soprattutto nella seconda parte del campionato, dove il Modica ha centrato una serie interminabile di vittorie, iniziando proprio dalla sconfitta a Comiso in campionato e terminata in semifinale di Coppa con il Resuttana San Lorenzo, sconfitta ininfluente dopo il 5 a 0 dell’andata. Con la vittoria sul Comiso si chiude il cerchio vincente sull’unica formazione che aveva dato tanti dispiaceri sia all’andata che al ritorno in campionato.

Adesso ci si interroga sul futuro. La società conta su soci di spessore, ma si punta il dito sui ritardi dell’amministrazione comunale sul Pietro Scollo. Lo stadio è idoneo per il campionato di Promozione, visto che è stato utilizzato dal Frigintini, ma occorrerà “regolarizzarlo” anche per il campionato di Eccellenza. Occorrerà intervenire subito per consentire al Modica di poterne usufruire.

La società chiede, l’amministrazione risponderà? Il comune di Modica non è che attraversi momenti felici dal punto di vista finanziario, ma con un po’ di buona volontà si può cercare di ottimizzare lo stadio per vedere il nuovo Modica, allo stadio di contrada Caitina, intitolato al compianto Pietro Scollo, disputare il proprio campionato, piuttosto che peregrinare negli stadi dei comuni della provincia.

Giovanni Oddo

Condividi