mercoledì, 1 Febbraio 2023

BOTTI SENZA VERGOGNA. VIVA LA SINDROME DEL GRINCH!

image_pdfimage_print

Li hanno vietati, ma in Italia i divieti contano meno del due di briscola, così questo Capodanno, come ogni altro Capodanno, si sono sparati petardi a più non posso, in tutte le città e paesi. Pare che il più pericoloso sia quello chiamato “Maradona”, ma tutti invero lo sono, infatti ogni anno si contano i danni alle persone e alle cose.

Ma sebbene gli esseri umani dovrebbero essere consapevoli dei rischi che corrono e fanno correre ai loro figli, quindi è a loro stessi che devono attribuire la colpa con buona pace della loro coscienza, il terrore che provocano negli animali domestici è del tutto gratuito, così come la morte di tanti volatili, sì, morti di crepacuore! Gli esseri umani di questo forse non sono consapevoli, ma informati lo sono, eccome!

Non riusciamo a spiegare questo persistere in un comportamento dannoso per sé e crudele per altre creature innocue e indifese, se non con una forma di sadismo insano che alberga dentro l’essere umano e lo rende la più dannosa, in quanto sia distruttiva che autodistruttiva, fra tutte le creature che popolano il nostro pianeta.

Ci vergogniamo di farne parte.

Oggi che si vuole attribuire a qualsiasi comportamento che si discosti da quelli della massa un’alterazione della psiche, la voglia di non partecipare a festeggiamenti stupidi, pericolosi e a volte (diciamolo pure!) noiosi, è definita “sindrome del Grinch”. Ci piace questa sindrome, dovrebbe diventare una pandemia.

Ninì Giudici

Condividi