mercoledì, 1 Febbraio 2023

IL CALCIO PIANGE

image_pdfimage_print

Il 2022, che si è concluso con strani Mondiali di calcio disputati in inverno, a spezzare il Campionato, questo brutto 2022 che si è portato via personaggi illustri, personaggi amati, personaggi la cui immagine ci aveva accompagnato per tanto tempo, nello sport ha proprio lasciato a briglie sciolte la Signora con la Falce, permettendole di trascinare con sé O Rey, il mitico Pelè, la musica del pallone, simbolo del calcio, sì, ma di più, dello sport tutto, ancora di più, di un’intera nazione, il Brasile, che ha visto in lui il riscatto di un popolo. Quello che già in vita era leggenda oggi assurge a leggenda ancora di più.

La sua morte è perfino giunta a sovrastare il dolore di tanti tifosi per la morte di un altro personaggio che pure al calcio aveva dato tanto: Sinisa Mihajlovic, giocatore e poi allenatore, che aveva seguito la sua ultima squadra, il Bologna, anche dal letto d’ospedale, con i suoi ragazzi che, tutti insieme, gli portavano il loro affetto e il loro incoraggiamento sotto alla finestra. Bello è stato il gesto di De Zerbi, che, alla proposta di sostituirlo dopo il suo ricovero, ha rifiutato. Lo comprendiamo: da vero uomo di sport non ce l’ha fatta ad approfittare della sventura di un collega.

Infine anche Mario Sconcerti ci ha lasciato. Quel Mario Sconcerti che dalle colonne del Corriere della Sera (e prima del Corriere dello Sport e del Secolo XIX) ci ha raccontato il calcio in Italia, sempre con grande equilibrio, pur essendo da sempre tifoso della Fiorentina della quale per un certo periodo era stato anche Direttore Generale.

Ma non bastava: l’anno nuovo si è annunciato con la morte di un altro campione indimenticabile per il calcio italiano in particolare, Gianluca Vialli, mito della Sampdoria prima, della Juventus poi, dell’Italia tutta come campione e come uomo di sport. Non c’è che dire, Lassù si sta formando proprio una bella squadra!

Personaggi che hanno fatto tanta parte della nostra vita per lunghi anni. Commossi, vi salutiamo, ovunque voi siate.

N.G.

Condividi