domenica, 25 Settembre 2022

Fatti, riflessioni, cultura, sport

image_pdfimage_print

APPROVATE LE “SOFT SKILLS”. MAH!

La Camera dei deputati l’11 gennaio 2022 ha approvato con 340 voti a favore, 5 astenuti e nessun contrario, il Disegno di legge di iniziativa parlamentare “Introduzione dello sviluppo di competenze non cognitive nei percorsi delle istituzioni scolastiche”. Il testo adesso è al Senato, assegnato ad una Commissione permanente sull’Istruzione pubblica, in attesa del voto dell’Assemblea. Se sarà approvato dal …

Continua a leggere...

IMMONDIZIA E TERMOVALORIZZATORE

Ogni cittadino italiano produce 488 chilogrammi di rifiuti all’anno. La produzione pro capite più elevata è quella dell’Emilia Romagna, con 640 chilogrammi per abitante per anno, pur se in calo del 3,5% rispetto al 2019. Dai dati dell’ISPRA (istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale), Modica, con 54000 abitanti, ha una media di 360 Kg all’anno di rifiuti …

Continua a leggere...

PIANETA  SICILIA. SUGGESTIONI D’ORIENTE

Mi trovo davanti alla  chiesa di S. Maria del Gesù, nella parte alta di Modica. Sono convinta che questo complesso architettonico sia il più affascinante di Modica, anche se forse il meno conosciuto e visitato .                                                                          Ricordo ancora quando, tanti anni fa, ero autorizzata ad entrare nel chiostro per motivi di studio. Allora era ancora un carcere, e i detenuti  …

Continua a leggere...

ANALFABETISMO SENTIMENTALE

Analfabetismo sentimentale, potrebbe essere la giusta definizione per questi tempi. Analfabetismo e cecità, benché viviamo nella società che fa dell’apparire e del mostrarsi il proprio mantra quotidiano: gli uomini guardano senza vedere e vagolano tra curve accentuate dal Photoshop, labbra, zigomi e seni rifatti con il felice volo di pinguini arrapati spinti da un solo impulso. Quello. Di sentimenti nemmeno …

Continua a leggere...

L’AFFAIRE DI SALVO

Stimolato dalla nostra amica Luisa torno sull’ ”affaire Di Salvo” di cui vi ho parlato recentemente dalle pagine di FaceBook e che poi è stato riproposto su questo giornale on line. In primo luogo va ricordato che le sue origini risalgono a 30 anni or sono e come “scoop” direi che siamo fuori tempo massimo; tuttavia, a causa della perseveranza …

Continua a leggere...

NOSTALGIE OTTOCENTESCHE

Nel nostro bel Paese essere semplici cittadini o, peggio ancora, fare l’imprenditore è nettamente più difficile che in altri; innanzitutto perché lo Stato si è ormai trasformato in nemico e si comporta palesemente come tale; esige tasse e balzelli elevatissimi ma in cambio non garantisce né servizi né tantomeno infrastrutture. Oltre allo Stato poi ci sono anche altri nemici disseminati …

Continua a leggere...

UN NUOVO OSPEDALE

Cosa non si dice in tempo di elezioni pur di essere eletti! Una detta da uno dei tanti: “Appena sarò eletto chiederò al governo di far inserire nella legge sulla programmazione sanitaria i fondi necessari dello Stato per la realizzazione di un nuovo ospedale, Modica ha bisogno di un nuovo ospedale”. Ma stiamo scherzando? Non serve un altro ospedale, basta …

Continua a leggere...

DIO SALVI IL RE?

Per settant’anni la monarchia inglese ha resistito impavida non solo al mutare del tempo e alle vicissitudini che lo scorrere di esso comporta, ma anche alle proprie tante disavventure. Ora che Lilibet, che sembrava eterna, ha lasciato il suo popolo, il nuovo re Carlo III, che giunge sul trono ormai ultrasettantenne, saprà conservare intatta un’istituzione oramai desueta e priva di …

Continua a leggere...

DONNE E LIBERTÀ

Non intendiamo giudicare culture diverse dalla nostra perché non abbiamo la facoltà di sapere quale sia giusta e quale sbagliata, ma oggi la rivolta delle donne iraniane ci convince ancora una volta che, al di là delle differenze ambientali, al di là delle differenze di religione e di culti, esiste una realtà che appartiene a tutte le culture e tutte …

Continua a leggere...

IL COMANDANTE MANUEL SCARSO

Era poco più che diciottenne quando si presentò alla redazione de La Pagina chiedendo di collaborare. E così diventò giornalista. Ma questo non sarebbe stato il suo lavoro. Volle restare pubblicista per poter proseguire la sua carriera come carabiniere, dove, in quanto anche giornalista, è diventato direttore della rivista Il carabiniere e poi capo dell’Ufficio Stampa del Comando Generale dell’Arma. …

Continua a leggere...