giovedì, 9 aprile 2020

Fatti, riflessioni, cultura, sport

DIALOGARE CON GLI ALBERI È POSSIBILE

Fabio-strinati (1)

La cosa più importante per la nostra terra è salvaguardare gli alberi e non continuare a disintegrare il pianeta attraverso una deforestazione spregiudicata ed ingorda, e, soprattutto, ricordare che anche loro hanno un’anima. Si parla di anima verde e dell’immensa e smisurata energia positiva che emanano. Un’energia in grado di penetrare ogni poro della nostra pelle, ogni minuscola cellula della …

Continua a leggere...

DIVAGAZIONI IN TEMPO DI CLAUSURA

Colosseo

BELL’ITALIA Costretti in clausura o, per come molti la subiscono, agli arresti domiciliari, la voglia di vedere il mondo esterno si fa ogni giorno più forte. La tecnologia ci viene in aiuto portandoci dentro casa immagini da tutto il mondo. Tra tutte, le più sorprendenti sono quelle delle nostre città deserte. C’è chi prova disagio o addirittura terrore a vedere …

Continua a leggere...

DIVAGAZIONI SUL PASSATO E SUL PRESENTE

image0

Ieri guardavo la magnifica incisione (maniera nera) di Ivo Mosele, artista veneto che ha partecipato alla terza Rassegna Calcografica di Palazzo Polara di Modica per Bianco&Nero, nel 1998 (una bella stagione de “La Regina di Quadri” di Roberto Turlà). Il titolo dell’opera è “La cosa può sembrare strana” e mi sono accorta che tanto strana non è, sembra anzi allusiva …

Continua a leggere...

IL TEMPO SOSPESO

5793b35b-25fb-49f6-ad5f-49e2a7f099fc

Quando ci si accinge a scrivere un articolo si compie sempre una scelta, si dà priorità a quello che sembra essere più importante. Oggi, a un mese della condizione di isolamento, scelgo di parlare, come ho già fatto nel precedente numero, di codesta inedita condizione, non perché non ci sia altro su cui riflettere, ma perché l’altro, alle mie orecchie, …

Continua a leggere...

SMARTWORKING TRA FINZIONE E REALTÀ

37c09c98-f4c4-4cec-af76-eff34b21a0e1

Se ce lo avessero imposto in tempi normali, fuori da questa grande pandemia, nessuno ci avrebbe creduto e pochi lo avrebbero accettato. Cancellare, approfittandosi della nostra debolezza mentale e fisica, un mondo di lavoro fatto di contatto con le persone, fatto di relazioni sociali, di incontri, di comunicazione visiva e di contatto fisico col mondo esterno, è stato l’atto più …

Continua a leggere...

COSA SAREMMO SENZA COSTANTI?

image0

In questi giorni penso a Parmitano lassù nella sua orbita intorno alla Terra, remoto dal clima di disperazione che non traspare dalla sua vertiginosa lontananza. Lui come Lucrezio, vivendo con distacco forzato “le grandi manovre degli eserciti di uomini che combattono per la vita”. Lucrezio e Parmitano sì. Noi no. La nostra prospettiva così terragna e sgomenta nel marzo appena archiviato …

Continua a leggere...

EFFETTO COLLATERALE

a87f99da-5091-40fc-9616-0e776ca27cbe

In queste settimane in cui si sentono snocciolare numeri e numeri e statistiche che indicano città di tutto il mondo nel kaos, in questi giorni in cui il tempo sembra essersi arrestato bruscamente su tutto il genere umano, se ci fermiamo e guardiamo al passato possiamo ancora una volta affermare che “la storia si ripete”. Molte epoche ormai trascorse sono …

Continua a leggere...

CRONACHE “MARZIANE” TRE

image0

Modica, 26 -03 – 2020 Non basta la clausura. Marzo, sempre più marziano, regala giorni di pioggia e temporali, un aiuto a restare chiusi in casa anche per le condizioni climatiche proibitive. Il detto siciliano “comu l’acqua nna marzu”, così pregnante della vita vegetale che presto germoglierà favorita dalla pioggia, contraddice con la nostra constatazione odierna; una pioggia per niente …

Continua a leggere...

VITA SOSPESA

image0

Senza fretta, tanto non c’è nessun piano B. Ho depennato la festa del papà, la sciclitana Cavalcata di S. Giuseppe, le frittelle con uvettta e noci. Libera da impegni che poi tanto pressanti non erano, libera di non fare nulla solo per il mio stupido piacere personale, attraverso la colazione nel sole sbiadito che promette una giornata altrettanto sbiadita. Dove …

Continua a leggere...

LA SCUOLA AI TEMPI DEL CORONAVIRUS

3c1a439e-3720-4919-9e09-276668d90c4a

“E’ nella separazione che si sente e si capisce la forza con cui si ama”. Questa frase del grande autore Dostoevskij mi ha fatto riflettere molto… In queste settimane così buie, dove ogni cosa sembra aver perso improvvisamente il suo vero senso, ecco che in questa solitudine forzata, in questo silenzio di disperata ricerca, ricompare l’unica vera forza che ci …

Continua a leggere...